Indebita successione di contratti a termine nella p.a. – conversione in rapporto stabilizzato-esclusione

Corte di Appello di Catanzaro – sezione lavoro – sentenza n. 252 del 20.4.2022

La Corte di Appello di Catanzaro – sezione lavoro – si è pronunciata  negativamente sul tema, molto sentito nel territorio, della possibilità di instaurare, per via giudiziaria,  un rapporto di pubblico impiego a riconoscimento delle prestazioni reiteratamente svolte da lavoratori socialmente utili e\o di pubblica utilità in favore di  enti locali.

Nel pubblico impiego privatizzato non può farsi luogo ad una costituzione di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, nemmeno in caso di violazione di norme imperative… è del tutto costante il principio di legittimità relativo al divieto, che non ammette eccezioni, di conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego privatizzato (tra le tante Cass. 8671/19; Cass. 42004/21).

La medesima Corte, tuttavia, ha confermato la sentenza del Tribunale di Vibo Valentia (sentenza n. 521 del 2.10.2019), nella parte in cui, pur escludendosi un titolo alla costituzione di un rapporto di pubblico impiego stabilizzato in presenza di indebite successioni di contratti di lavoro, aveva riconosciuto al lavoratore una indennità risarcitoria ex art. 32, comma 5, L. 183/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *